Breve storia delle pipe in vetro

Le pipe in vetro sono in circolazione in una forma o nell’altra da migliaia di anni, fumando in generale ancora più a lungo. Varie culture antiche hanno inalato il fumo in una forma o nell’altra per una serie di motivi, spesso religiosi / spirituali, ma a volte anche per motivi sociali e persino per la promozione della salute.

Il fumo di varie sostanze che utilizzano il dispositivo che conosciamo oggi come pipa è più strettamente associato alle prime culture indigene del Nord America. Le pipe di oggi sono originariamente modellate su queste, sebbene si siano evolute molto nel corso dei secoli. Le pipe dei nativi americani erano di solito fatte di legno, argilla, pannocchie di mais o corna di animali (alci, cervi).

Quando il fumo di pipa cominciò a prendere piede nella società europea come forma di svago, i materiali usati per renderli diventarono più vari, ma erano comunque principalmente fatti di legno. Con il miglioramento della tecnologia e l’emergere di nuove risorse nel corso dei secoli, i produttori di pipe hanno iniziato a utilizzare altri materiali per fabbricare pipe da fumo. I pop di pannocchie di mais erano popolari nel 1800 perché il mais era economico e relativamente abbondante e le pannocchie di mais erano altrimenti rifiuti.

Sebbene le pipe di pannocchia di mais siano ancora in circolazione, sono caduti in disgrazia per pipe realizzate con materiali più moderni, come il metallo, che potevano resistere a temperature più elevate. Il problema con le pipe metalliche, tuttavia, è che sebbene possano prendere il calore senza danneggiarsi, spesso diventano troppo caldi al tatto. Ciò limita la loro utilità, in particolare quando si tratta di una sostanza più esotica del normale tabacco.

Piuttosto che essere attribuito a una particolare persona o azienda, è più probabile che le pipe di vetro si siano semplicemente evolute insieme alla tecnologia di fabbricazione del vetro e all’arte della soffiatura del vetro. Le prime pipe in vetro erano tanto opere d’arte quanto dispositivi per fumare (forse anche di più). Hanno iniziato a essere prodotti durante l’era in cui le tecniche di soffiatura del vetro sono state affinate e perfezionate, in gran parte negli ultimi 50 anni. Gli artigiani che soffiano il vetro hanno realizzato pipe di vetro come un’altra forma della loro arte.

Non ci volle molto perché le pipe di vetro attirassero l’attenzione dei fumatori. Inizialmente erano attraenti per i fumatori per il loro valore artistico, ma presto i fumatori si resero conto che fumare con una pipa di vetro produceva un sapore che non aveva eguali in nessun altro materiale. Le pipe realizzate con altri materiali contribuiscono con un certo tipo di aroma sottile al prodotto o alla sostanza che viene fumata, mentre le pipe di vetro producono un sapore puro e pulito privo di qualsiasi sapore aggiunto dalla pipa stessa.

Per illustrare questo, pensa a bere vino non cotto rispetto al più comune vino invecchiato in botte di rovere. Il vino invecchiato in rovere ha un gusto caratteristico che non è presente nel vino non cotto. Un’illustrazione ancora più accurata è la differenza tra birra in bottiglia e birra in scatola. La birra imbottigliata in vetro ha un sapore diverso rispetto alla birra sigillata all’interno di una lattina di alluminio.

Le pipe di vetro contemporanee sono ancora soffiate a mano e sono tanto opere d’arte quanto pezzi funzionali. Si estendono nel design dal semplice al complesso, dall’astratto al classico, o fatte per assomigliare ad animali o altri oggetti. Sono belle da vedere e fantastiche da usare.

Post Author: 4:20 Time